Punteggi e misure fantasma Tecnologie raffinate riducono la possibilità d'errore, ma non la eliminano.
I primati italiani furono omologati ugualmente.Tuttle li avevano messi a punto per le gare veloci.Furono le scommesse a promuovere l'ippica.Nel dopoguerra, però, lo sport divenne così importante, che la sua misura non poté più essere lasciata ai dilettanti.Allora un cronometrista di classe A e B i migliori, impiegati nelle gare nazionali e internazionali doveva essere in possesso di due cronografi sdoppianti, di cui uno certificato da rimini nutten uno dei seguenti osservatori: Neuchâtel, Physical Laboratory Teddington, Ginevra, Kew, Istituto Idrografico di Genova.Ad Atene la prima gara delle Olimpiadi moderne, una batteria dei 100 m, fu misurata da un Longines al quinto di secondo, il el calendario giuliano ivi vigente, il 5 aprile del calendario gregoriano altrove adottato.Enrico contattare il numero 339.7468551 Prezzi e Pacchetti solo nei locali da noi convenzionati!Camerini, II, Milano 1864,.
La prolusione ferrarese sul De natura deorum di Cicerone è edita.Un solo pattinatore, il sovietico Yevgeni Grishin, aveva collezionato tre medaglie olimpiche ex aequo.L'oro fu dato agli italiani, protagonisti della discesa più veloce.De Il Post e del Domenicale del Sole 24ore Ubaldo Villani Lubelli (giornalista, ricercatore c/o Università del Salento).La iaaf, poche settimane dopo, valutò il vantaggio del cronometraggio manuale su quello elettrico in 24/100.



Modera Pierpaolo Lala (giornalista pubblicista).
A Montreal '76 i sensori mostrarono che Guy Drut aveva vinto i 110 ostacoli grazie al miglior tempo di reazione: 0,135 contro 0,223 del cubano Alejandro Casañas (tempi finali: 13,300 e 13,330).
Il cronometraggio al millesimo di secondo nel ciclismo fu allargato alla velocità e all'inseguimento a Barcellona 1992, fu adottato dalla canoa a Lake Lanier 1996 e dallo short track a Nagano 1998.

[L_RANDNUM-10-999]